Categorie
Ricette Piccanti

Carbonara Rossa

Frigo semi-vuoto e un pranzo da affrontare… Faccio frullare la mente e provo ad inventare… Ecco l’idea: pasta alla carbonara rossa!

La pasta alla carbonara originale, cult culinario tutto italiano, è un piatto che adoro ma che evito di preparare per non rovinarmi la linea (già curva ;-)). La rivisitazione che vi propongo, essendo fatta con ingredienti di fortuna, non può ricondursi alla ricetta originale (guanciale, tuorlo d’uovo, percorino romano, pepe) se non per il metodo di preparazione, ma secondo me vale la pena provare a cucinarla, magari in giornate freddine per tirarsi un po’ su.

Vi chiederete: perché carbonara rossa? L’ingrediente segreto è una fettina di ‘nduja!

Vi piace il risultato?pasta alla carbonara rossa

Questi, invece, sono gli ingredienti che ho utilizzato per questa ricetta piccante.ricetta carbonara rossa

Vediamo come farla, anche se il procedimento è molto semplice.

INGREDIENTI (per 2 persone)

  • 140 gr. di rigatoni
  • 150 gr. di guanciale (io avevo pancetta calabrese)
  • 50 gr. di ‘nduja
  • 3 uova (solo i tuorli)
  • 40 gr. di pecorino romano grattugiato (io ho mischiato pecorino sardo e parmigiano)
  • sale
  • pepe

PREPARAZIONE

  1. Mettere a bollire l’acqua per la pasta, salarla e poi buttare la pasta
  2. Nel mentre, in una padella rosolare pancetta e nduja, senza aggiungere grassi IMG_1130
  3. Una volta rosolati togliere la padella dal fuoco
  4. Separare i tuorli dagli albumi e sbattere solo i primi velocemente con la forchetta, preparandoli per dopo
  5. Scolare grossolanamente la pasta al dente e riversarla nella padella, rimettendo quindi sul fuoco
  6. Spadellare il tutto a fuoco alto per qualche secondo in modo che la pasta si colori e togliere la padella dal fuoco
  7. Ora versare i tuorli sbattuti e rimestare velocemente
  8. Impiattare cospargendo di formaggio e pepe nero

CONSIGLI

Attenzione al sale! La ‘nduja e la pancetta in rosolatura tendono già a scaricarne, quindi non esagerate con quello nell’acqua (anche perché poi un po’ d’acqua vi serve per mantecare).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la cifra che completa l'operazione per verificare che non sei un robot *