Categorie
Varietà di Peperoncino I Peperoncini più Piccanti

Habanero

Gli habanero sono peperoncini di origine caraibica, ma si parla spesso di habanero messicano. Per me, questi sono i peperoncini migliori in cucina.

L’Habanero è uno dei peperoncini più piccanti al mondo, ed appartiene alla famiglia dei Capsicum Chinense.

I peperoncini Habanero, più precisamente quelli messicani, dove hanno avuto maggior diffusione, anche se originari della Jamaica, sono stati la mia prima varietà extra piccante.

Nella Scala Scoville, basata sulla concentrazione di capsaicina per unità di peso, questa varietà di peperoncini si posiziona mediamente tra 200.000 e 300.000 Unità, anche se la varietà più piccante registrata, il Red Savina, si è attestata intorno a 577.000 S.U. (Unità Scoville). Per fare un confronto, il classico peperoncino piccante calabrese corrisponde sulla scala a circa 15.000 SU.peperoncino habanero

Esistono moltissime varietà, ma ne cito di seguito solo alcune, più famose, e personalmente coltivate:

  1. Red Savina
  2. Chocolate
  3. Chocolate Long
  4. Red Caribbean
  5. Peach
  6. Orange
  7. White Bullet
  8. Golden
  9. Mustard
  10. Lemon

L’utilizzo è destinato a chi ama i cibi molto piccanti, sicuramente non è adatto a chi non è abituato.

Nel tagliarlo per le varie preparazioni culinarie, occorre stare molto attenti: se l’essenza oleosa (succo) che tirano fuori dovesse entrare in contatto con la pelle o, peggio, con gli occhi, sarebbero guai seri! Consiglio di usare guanti protettivi e, nel caso decidiate di essiccarli, maschere protettive.

Le dimensioni delle piante e dei frutti di habanero variano molto a seconda della varietà: dal piccolo peperoncino habanero white bullet, lungo circa 2cm e largo circa mezzo cm, fino agli habanero chocolate, che raggiungono i 5cm di lunghezza e i 3 di larghezza.

In cucina, soprattutto in Messico, sono utilizzati nei modi più disparati, a volte consumati anche a crudo prima della completa maturazione. Quello che conta è abbinare il giusto peperoncino habanero alla giusta pietanza, visto che il profumo cambia molto da tipo a tipo.

Ma l’unica soluzione in cucina è sperimentare piatti e abbinate diverse, a seconda del proprio gusto personale.

21 risposte su “Habanero”

ciao io l’anno scorso ho alcune piante di peperoncino tra le quali un habanero dorado o per lo meno così riportava l’etichetta… ma non lo vedo negli elenchi… può essere stato quale tipo di habanero? grazie ciao

Io sono molto appassionata dei peperoncini ma purtroppo non riesco a trovare il white. Solo quest’anno ne ho comprate 3, ma erano 2 chocolate ed 1 orange. Comunque se piantate a terra vengono certe piante stupende…il brutto è quando le togli…appassiscono 🙁

Io quest’anno ho cresciuto una piantina di Habanero Gambia rosso, devo dire che il sapore è ottimo ed è abbastanza piccante. Avete qualche notizia in più su questa tipologia di Habanero?
Grazie!

È un peperoncino dalla piccantezza piuttosto elevata ed intensa inizialmente, seppur poco persistente, piuttosto carnoso e profumato, dal gusto dolciastro fruttato tipico degli habanero, ma retrogusto leggermente di affumicato. Il frutto del Habanero Gambia Red risulta più tondeggiante rispetto al classico habanero, con diametro lunghezza e larghezza intorno ai 4 cm, un po’ schiacciato alla sommità. Matura virando dal verde chiaro al rosso.

Ciao mi sai dire perche il mio habanero rosso non mi da fiori e quel pochi si seccano e cadono la mia pianta prends il sole solo 4 ore al pomeriggio grazie

Ciao e complimenti per le notizie riportate in questo sito!

Io ho coltivato quest’anno una pianta di habanero Orange, uno Jalapeno e un Naga Moric.

Mi sai dire qualcosa in più riguardo allo Habanero Orange?

D’inverno le piantine come vanno trattate? Si possono mantenere in casa e nel caso continuano a dare frutto o vegetano unicamente in attesa del periodo estivo successivo?
Grazie!

Ciao Alessandro, grazie, sono contento che PeperonciniPiccanti ti piaccia 😉
Per gli habanero orange, così come per gli altri chinense, generalmente si rispetta la fase di quiescenza invernale, ovvero la si fa smettere di produrre e vegetare per consentirle di riposare: la pianta, infatti, se artificialmente gli venissero garantite condizioni “climatiche” adatte, continuerebbe a produrre di continuo, ma soffrirebbe poi per uno stress che potrebbe portarla alla morte.
Per farla riposare le tecniche sono tante, io generalmente le tengo al riparo da pioggia e freddo eccessivo, sempre al di sopra dei 10 gradi, magari proteggendole con del tessuto non tessuto. L’irrigazione, naturalmente, va ridotta ma non eliminata. La potatura è poi opzionale prima dello svernamento, ma puoi farla anche alla ripresa vegetativa della pianta in primavera, lasciando intatto il fusto e le sue diramazioni principali.

Mi hanno regalato una pianta di habanero red inizio estate in vaso.. Ė ricca di frutti.. Quando li devo cogliere? E cosa posso farne? Dei consigli culinari e di coltivazione fanno comodo.. La devo trapiantare in terra? Per l’inverno? Aiuto!,

Ciao Sandro, tante domande in un unico post… cercherò di rispondere, anche se ad alcune c’è già risposta e avresti potuto leggere semplicemente sul blog 🙂
I frutti vanno raccolti in genere a piena maturazione, cioé una settimana dopo che hanno raggiunto il colore definitivo.
Per i consigli culinari ti invito a leggere la sezione delle ricette, magari inserendo “habanero” come parola chiave di ricerca.
Per la domanda su come fare per i peperoncini in inverno, ti invito a leggere il post su “come svernare le piante di peperoncino“.

Ciao!
Ho una pianta di Habanero Giallo, cresce ed è molto bella. Ha messo i fiori ma ancora nessun accenno a frutti!
Visto che tutte le altre piante che ho (aji amarillo, tabasco e cayenna) sono già fiorite e i peperoncini stanno crescendo…è normale questo “ritardo”?
Grazie mille!

Ciao, l’importante è che la pianta sia in salute, è ancora presto per porre rimedio e usare un concime al fosforo/potassio/boro per stimolarne la fruttificazione. Ti consiglio solo di aspettare, vedrai che usciranno presto i tuoi amati peperoncini 🙂

Ciao sono Renato
ho in vaso da oltre un anno un pianta habanero red (da me piantata con seme di un peperoncino di grandezza normale) e la sua altezza non supera i 4 cm nonostante faccia i fiori e i mini peperoncini! Come mai?
Grazie.

Ciao! Complimenti per il sito, graficamente molto piacevole e ben curato nei dettagli.!
Vorrei condividere con te una mia sensazione. Mi rendo conto che sui gusti c’è molto di soggettivo ma sicuramente te hai molta piu esperienza, o cmq avrai avuto piu occasioni per fare tentativi.
Ho ereditato dal mio coinquilino degli habanero rossi “classici”. Azzarderei un Red Caribbean o un Red Savina per rifarmi al tuo elenco. Il punto è che esteticamente si sono fantastici… rimani a bocca aperta! un’opera d’arte!
Ma posso dirti che onestamente assaggiandone il gusto… sono rimasto notevolmente deluso?!? Si perché sulla piccantezza non c’è che dire: esplodono in bocca e fanno il loro lavoro. Ma quello che non immaginavo è che lasciassero un retrogusto così forte e intenso , letteralmente di peperone! A me da l’idea che qualsiasi piatto e pietanza voglia condire col peperoncino, si trasformi in una variante “peperonata”… è un sapore penetrante che rimane e altera troppo l’equilibrio del piatto. Troppo aroma di peperone!
Possibile semplicemente che non faccia per me questa varietà di frutto? O piuttosto sbaglio il suo impiego in cucina??! Magari dovrei scegliere delle ricette che siano più compatibili…?? Scusa la lunghezza del post! 🙂

Ciao, il retrogusto di peperone è tipico di quelle varietà soprattutto se consumato fresco e, per chi piace, è un elemento a favore, non un difetto. Se preferisci ci sono varietà anche più piccanti come il Bhut Jolokia, il Naga Morich o il Trinidad Douglah, oppure gli extra piccanti come i Moruga Scorpion o il Carolina Reaper, che non presentano quest’aroma fruttato.

Ciao, son tornato dal viaggio in Messico con un sacchetto di peperoncini freschi. A detta della signora del mercato son tutti habanero, ce ne sono di rossi, di verdi e di gialli/arancioni. Per tutta la durata del viaggio ho sentito ripetere che l’habanero verde (di cui non trovo traccia su internet) è il più piccante. Ho comprato anche una salsa artigianale di habanero valladoleno, ed è verde…
sapete qualcosa in più?
Grazie

Ciao Alberto, generalmente le salse verdi di habanero sono fatte da peperoncini non ancora portati a maturazione, e vengono usati a quello stadio per accentuare il sapore del peperone rispetto alla piccantezza che avrebbero alla fine del processo. Per quanto riguarda gli habanero green, che rimangono verdi anche a maturazione completata, li ho coltivati lo scorso anno e non ho riscontrato la particolare piccantezza di cui ti hanno parlato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la cifra che completa l'operazione per verificare che non sei un robot *