Categorie
Ricette Piccanti

Peperoncini sott’aceto

Peperoncini sott’aceto: come prepararli in casa con una ricetta semplice ma ottima: così li fa Umberto Carapucci, fan di PeperonciniPiccanti, che si diletta spesso a cucinare ricette piccanti e ha realizzato le bellissime foto che vedrete.

Nella preparazione, visto che parliamo di sott’aceto, non occorre prestare l’attenzione maniacale posta nella realizzazione dei peperoncini sott’olio: l’elevata acidità, infatti, non permette che si sviluppino problemi con la famosa tossina botulinica.

La conservazione sott’aceto dei peperoncini è una delle più semplici e più sicure, che permette di gustare a lungo i frutti della piccante coltivazione domestica.

Prima di mangiarli sono necessari 90 giorni, quindi dovrete aspettare un po’… Ma vedrete, ne varrà la pena!!!peperoncini sottaceto

INGREDIENTI

  • peperoncini verdi piccanti tipo Cayenna, Thai, il nostro Calabrese o la Guindilla spagnola
  • spicchi d’aglio
  • foglie di basilico
  • aceto di vino bianco

PREPARAZIONE

  1. Lavare i peperoncini eliminando l’eventuale terra attaccata
  2. Asciugarli molto bene con un panno
  3. Eliminare accuratamente i piccioli verdiconservare peperoncini sottaceto
  4. Mettere i peperoncini dentro vasetti di vetro sterilizzati
  5. Riempire i vasetti con l’aceto ricoprendo i peperoncini
  6. Chiudere e riporre al buio per 30 giorni
  7. Trascorso il mese previsto, aprire i vasetti e svuotarli dall’aceto
  8. Inserire in ogni vasetto un piccolo spicchio d’aglio, a cui è stata precedentemente tolta la pellicina, e qualche foglia di basilico
  9. Riempire nuovamente con aceto e conservare al buio per altri 60 giorni prima di mangiarliconservare peperoncini sottaceto

CONSIGLI

  • Una volta aperto il vasetto non riponetelo in frigorifero perché i peperoncini annerirebbero
  • Se non consumate il vasetto in una volta sola, affinché si conservino, abbiate cura di tenere il livello dell’aceto sempre al di sopra dei peperoncini
  • Finito di consumare il vasetto non buttate l’aceto ma conservatelo per condire altre pietanze

47 risposte su “Peperoncini sott’aceto”

Ho letto da qualche parte che l’aceto deve essere portato ad ebollizione e poi messo nei vasetti quando e’ raffreddato!
Che mi dici?
Grazie

Una cosa non mi è chiara , nella ricetta dopo i 30 giorni si devono svuotare i vasetti dall’aceto, ma di questo aceto cosa ne faccio lo rimetto nei vasetti dopo aver aggiunto l’aglio e il basilico? oppure lo posso utilizzare per condire altre pietanze ? oppure lo devo buttare ? e mettere nei vasetti dell’aceto nuovo? Grazie.

1316,”2013-11-21 02:17 L’aceto va buttato perché i peperoncini hanno scaricato amaro e piccante al suo interno. Quello che sostituirai, lasciandolo poi per 60 giorni ulteriori, potrai riutilizzarlo. Un saluto, Daniele

Ciao Daniele! Aceto di mele puo’ andar bene? Ho visto che alcune persone lo utilizzano con i jalapeno. Io lo farei con i cayenna.
Cosa mi sai dire in merito?
Grazie!

Mirko

Ciao, trascorso il primo mese oltre a cambiare l’aceto devo togliere anche i peperoncini dal vasetto e lavarli? O li lascio nel vasetto e cambio solo l’aceto?

Ciao sto provando questa ricetta… ma una volta pronti oltre a mangiarli così come sono…… piccantezza permettendo ………quali altri utilizzi ci possono essere? Grazie

Ciao Paolo, l’utilizzo è quello dei normali sottaceti, quindi come antipasto e contorno in genere… L’ideale è abbinarli a cibi grassi per togliere la pesantezza. Per la piccantezza, così come nella ricetta, utilizza varietà poco piccanti come cayenna o jalapeno. Vedrai che saranno ottimi!

Ho dimenticato di cambiare l’aceto dopo 30 giorni, ne sono trascorsi 60, adesso cambiando l’aceto attendo 30 giorni o sempre 60 prima di poterli mangiare? Grazie.

Salve e grazie mille per aver condiviso la sua ricetta!! Mi chiedevo se la ricetta permette di tagliare i peperoncini a fatte o vanno lasciati interi?
Grazie in anticipo per la sua risposta

Salve, volevo chiedere , ma si possono usare anche peperoncini non completamente maturi ? in modo da rendere meno piccanti e gustabili sotto aceto anche varietà particolarmente piccanti?

Ad esempio , quelli che ha indicato lei nelle foto, sono Cajenna non ancora maturi?

Grazie

Ciao Cristina, non dovrebbe succedere niente, essendo peperoncini sottaceto, con un pH decisamente inferiore a 4,3 (soglia sotto la quale il botulino non si sviluppa). Da manuale, però, la sterilizzazione dei vasetti va sempre fatta, anche se successivamente non si pastorizza.

Ciao, non ho capito cosa intendi dire nell’ultima parte della domanda… Comunque in genere si usano i peperoncini verdi perché altrimenti l’estrema piccantezza e l’elevata acidità non permettono di gustare a pieno i peperoncini

ciao. ho letto che molti prima di invasare i peperoncini li fanno sbollentare con acqua e aceto in dosi 50/50. cosa ne pensate??
e una domanda sulla scelta dei peperoncini..se scelgo degli habanero white secondo voi come sarà il risultato?? è un peperoncino troppo ”carnoso” per questo utilizzo??
grazie

Ho una pianta di peperoncino tipo calabrese e volevo sapere se devo utilizzarli quando sono ancora verdi o posso aspettare che siano un po’ rossi e un po’ verdi…grazie

Ciao mi chiamo Massimo, avrei delle domande. Vorrei intraprendere questa ricetta. I peperoncini posso tagliuzzarli? Posso usare Carolina reaper, Bulgarian Carrot e red Peter Pepper? I vasetti come posso sterilizzarli senza acqua, ma in forno o in lavastoviglie? Grazie

ciao o preparato la tua ricetta..con carolina reaper e naga morich. risultato dopo 90 giorni sono venuti a casa gli artificieri dello stato per allarme bomba non identificata……aaaahhh alcuni miei amici burloni li anno assaggiati sono stai senza parlare per piu di 2 ore si parlavano a gesti……….

buongiorno volevo chiedere qualcosa sull’acidità tu dici che deve essere inferiore a 4,3 ma se è più alta n on è meglio? Come funziona?
Grazie

Ciao, a mio parere non ha senso fare dei sottaceti con i peperoncini altamente piccanti. L’acidità elevata è già di per sé un fattore che altera il gusto e, se la unisci al piccante estremo, l’unico risultato è quello di sentire solo aceto piccantissimo in bocca.

ciao a tutti, non ho mai messo i peperoncini sott’aceto ,la varietà tabasco può andar bene? inoltre sono ancora verdi perchè purtroppo un pò in ritardo non riescono a maturare,riusciranno bene?la sterilizzazione migliore come deve avvenire?

Ciao, il consigli che posso darti è di usare peperoncini carnosi. I tabasco vanno bene, anche se non sono ideali. Per la sterilizzazione dei barattoli puoi farli bollire per 15 minuti e farli asciugare, oppure in forno a 140 gradi sempre per 15 minuti. Con i sottaceto non è necessario far ribollire i vasetti una volta chiusi.

buongiorno volevo sapere se i peperoncini potevo metterli a pezzi invece che interi, hanno lo stesso metodo di preparazione se li mettessi a pezzi?
grazie

Buonasera ho seguito la vostra ricetta, oggi è passato 1 mese.
Volevo fare un alternativa a questa ricetta mettendoli sott’olio. Qualche mese fa mi trovavo ad una fiera ed ho assaggiato dei peperoncini sott’olio con aglio che precendetemente erano stati messi sott’aceto.
Come mi consigliate di procedere?
Io pensavo ora di togliere l aceto tagliarli e metterli sott’olio ed inserire l aglio… idee? Grazie

Ciao Daniele, si possono utilizzare i peperoncini un po’ appassiti o è preferibile quelli appena raccolti? Grazie! Saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la cifra che completa l'operazione per verificare che non sei un robot *