Categorie
Coltivare il Peperoncino

Quando Seminare i Peperoncini

Una domanda che mi viene rivolta spesso è: quando seminare i peperoncini? La risposta è: dipende dalla varietà di peperoncino…

Con la nascita di PeperonciniPiccanti.com e la sua diffusione online, sempre più persone si sono messe a coltivare peperoncino in casa: ho però notato che i neofiti della coltivazione mi pongono spesso la domanda: “quando seminare i peperoncini?

La risposta, in questo caso, non è univoca… ma solo perché la domanda è incompleta.

Quando seminare dipende infatti esclusivamente dalla specie della varietà di peperoncino che si è scelto di coltivare e dalle condizioni dell’ambiente di coltura.

Chiarisco meglio quanto affermato.

A parità di condizioni ambientali, e ipotizzato che esse siano favorevoli alla germinazione e sviluppo della pianta, le varie specie di peperoncino (Annuum, Baccatum, Chinense, Frutescens, Pubescens e, impropriamente, anche quelli definiti Wild), sono caratterizzate da periodi diversi: se infatti per un Capsicum Annuum sono sufficienti tre mesi dalla germinazione per vedere i primi peperoncini maturi, per un Chinense o un Wild sono necessari oltre cinque mesi.quando seminare peperoncini

In Italia, per esempio, se volessimo iniziare il raccolto di un peperoncino tipo Habanero, Naga, o Trinidad Scorpion, a partire dal mese di Luglio, occorrerrebbe far germogliare i semi all’inizio di Febbraio.

Occorre quindi muoversi per tempo.

Se però consideriamo che a Febbraio, in Italia, è pieno inverno, capiamo perché molti amanti dei peperoncini più piccanti si attrezzino con le tecniche più disparate per garantire alla pianta la possibilità di germogliare e svilupparsi.

Ed ecco chiarito anche il punto delle condizioni ambientali: per poter raccogliere i peperoncini più piccanti alle nostre latitudini durante il periodo estivo (anche se gli abitanti al sud sono avvantaggiati), si riccorre a tecniche di coltivazione indoor che tengono sotto controllo temperatura, umidità, luce, areazione e composizione del terreno, dalla semina al trapianto definitivo in terra piena o in vaso.

Ogni coltivatore ha la sua tecnica personale e le sue “certezze”, ma elenco quelle più famose qui di seguito:

  • metodo scottex su base riscaldata (germinazione)
  • terrario riscaldato con lampade (growbox/lightbox)
  • terrario riscaldato con cavo riscaldante (germbox)
  • pannello a led (lightbox, per fase vegetativa)
  • coltivazione idroponica su lana di roccia + lampade bianche o led
  • coltivazione aeroponica + led

Soprattutto per le specie che hanno bisogno di più tempo, le temperature non dovrebbero mai scendere sotto i 18°C la notte e sotto i 25°C di giorno. Il cavo termoriscaldante permette alla temeratura di non scendere sotto il valore impostato (generalmente tramite un termostato) quando le lampade sono spente

A differenza delle specie coltivate all’aperto, poiché germinazione e fase iniziale di accrescimento della pianta di peperoncino avvengono al chiuso, le fasi lunari non influiscono sulla scelta del periodo per seminare.

Per far germinare velocemente i semi di peperoncino, col metodo Scottex e con 26°C costanti, sono necessari mediamente 5-9 giorni, avendo avuto cura di metterli una notte a bagno ad ammollare.semi peperoncino ammolloseminare peperoncini

 

43 risposte su “Quando Seminare i Peperoncini”

ecco spiegato xké il mio trinidad è ancora giallo e 4 piante solo una ha pochi peperoncini le altre nulla mi sa spiegare xké?

Se le altre piante non presentano peperoncini, deduco che i fiori siano caduti. Le cause della caduta dei fiori possono essere molteplici, dalla concimazione del terreno fino alla mancata impollinazione, che generalmente avviene per mezzo degli insetti impollinatori o semplicemente tramite il vento (autoimpollinazione). Quest’anno, forse anche a causa del tempo instabile, ho notato tra i coltivatori di peperoncino un aumento della frequenza di quest’ultimo caso: per favorire l’impollinazione dei fiori manualmente esponi la pianta all’aria aperta e dalle qualche scossone per far volare il polline, oppure usa un cotton fioc leggermente inumidito e porta il polline manualmente da un fiore all’altro appoggiandolo sui pistilli che lo contengono

Salve ho una domanda, io ho ricevuto dei semi di trinidad scorpion chocolate a fine maggio, dunque li ho piantati a giugno sperando che raggiungessero la maturazione verso ottobre, tuttavia 2 su 12 sono germinati solo 2 giorni fa. Visto che dubito che raggiungerà la maturazione delle bacche è possibile recuperare i semi per piantarli poi a Febbraio?

Ahi ahi ahi Davide 🙂 I tempi per i chinense sono decisamente più lunghi…
Purtroppo se non arrivi a maturazione non puoi sperare di rifare semi per il prossimo anno. Ti consiglio di aiutarti con una growbox e cercare di far svernare la pianta indoor, seguendo le indicazioni riportate nel post dedicato alla costruzione della stessa.

Ciao a tutti, a febbraio farò germogliare dei semi di tipo Chinense (Habanero ecc..) e li farò crescere in una Light box simile a quella descritta da voi su questo sito. Siccome volevo far crescere anche due o tre piante più leggere di tipo Capsicum annuum (cayenna, jalapeno) avevo intenzione, per semplificarmi la vita, di farle germogliare tutte insieme a febbraio. Mi conviene? in che problemi potrei incorrere facendo crescere le annuum così in anticipo?
Grazie mille per le preziose informazioni

Ciao, oggi ho comprato tre piantina di peperoncini (Naga Morich, Pallino ed un’alta pianta di cui non c’è scritto il nome) per poterle coltivare sul mio terrazzo.
Volevo sapere 2 cose:
1 – Si possono reperire (e dove) adesso i semi e se si, si possono piantare e coltivare anche se siamo a luglio ?
2 – Le mie piantine comprate oggi, le posso mettere tutte in un unico vaso (100 cm lung. x 40 cm larg. x 30 / 35 cm alt.) ovviamente equidistanti tra loro ?
Grazie in anticipo e scusa le domande banali

Ciao Egi66, nell’articolo ho consigliato di calcolare bene i tempi di semina per evitare di arrivare a gestire le fasi cruciali di fioritura e maturazione in inverno. Ciò che chiedi è possibile, ma difficoltoso e te lo sconsiglio (sempre che non abbia una serra riscaldata e attrezzata…). Per i semi puoi compare online dai fornitori più affidabili, generalmente coltivatori specializzati o amatori esperti: segui la pagina Facebook di PeperonciniPiccanti e vedrai che capirai in fretta quali sono i più affidabili, anche raffrontandoti con gli altri fan.
Ti sconsiglio altresì di trapiantare più piante nello stesso vaso. La soluzione ideale sono vasi da almeno 12 litri (26cm circa di diametro)

Salve io ho seminato i semi di peperoncino (bishop crown detto anche capello del vescovo) verso la fine di luglio può andare bene questo periodo? germoglieranno le piantine? Grazie

Non per essere critico, sia chiaro, ma perchè invece di fare 3/4 articoli che più o meno parlano in modo incompleto delle stesse cose con qualche lieve differenza non si fa un articolo più lungo e completo ? Nel senso, dopo aver consultato l’articolo che parla del metodo scottex non ho trovato nessun consiglio sul fatto di dover ammollare prima (in camomilla? e perchè ?) i semi eppure in questo articolo trovo questo suggerimento correlato al metodo scottex prima consultato. Credo che per chi inizia sia abbastanza difficile e fuorviante dover trovare un po’ a random le informazioni, capisco che le stesse siano diverse ed ognuno in base alla propria esperienza attui determinati accorgimenti piuttosto che altri ma credo che per il neofita sia preferibile un articolo chiaro, con più passaggi (magari anche inutili per l’autore o gli “esperti” ma di fondamentale importanza per chi inizia) piuttosto che avere prova della simpatia dell’autore del sito che alla fine non da nessun aiuto quando il neofita si cimenta. Un altro esempio è quello della lightbox, sarebbe da scrivere che all’interno della stessa è preferibile inserire dei semi in germinazione col metodo scottex sopra citato piuttosto che con la terra (un neofita in effetti ha chiesto e giustamente se doveva mettere del terriccio). Quindi complimenti comunque all’autore per la passione che lo contraddistingue e per l’impegno che sicuramente metterà nel sito (che comunque credo gli dia anche un qualche ritorno economico) ma credo che alcuni articoli debbano essere più “precisi e tecnici” che soggettivi. Sperando di non aver offeso nessuno, auguri a tutti buona giornata.

Ciao dsssd, nonostante ti celi dietro nickname e email fasulla, ho deciso di approvare comunque il tuo commento, visto che (come sempre) rispondo a tutti.
Ti dico però, sinceramente, che avrei preferito rispondere ad un nome ed avere un riscontro di una email veritiera, perché a mio parere le critiche ed eventuali divergenze di punti di vista sono solo un momento di confronto. Oltretutto, se avessi inserito una email reale, ti sarebbe arrivata la notifica della mia risposta. Non capisco davvero il perché nascondersi.
Cercherò di risponderti puntualmente in modo che possa farti un’idea in merito a quello che contesti.
1 – Articoli che parlano più o meno delle stesse cose – – Come sicuramente saprai, in un blog si riportano le esperienze giornaliere o periodiche personali, ed i post sono lo specchio del vissuto. Ogni post ha vita a sé stante, e se arrivi a leggerlo puoi farti un’idea di ciò che io ho fatto in un determinato periodo per coltivare i miei peperoncini. La mia esperienza può giovare ai lettori che si accingono a fare le stesse cose.
2 – Ammollo in camomilla – – Non ne ho parlato perché non è una procedura obbligatoria al fine della germinazione: camomilla, acqua e sale, e in generale i processi di osmopriming, possono essere fatti dai neofiti anche con ammollo in semplice acqua. Se avrai la pazienza di continuare a leggere, prima o poi scriverò un articolo dedicato anche all’osmopriming. Per il resto, sono un coltivatore amatoriale, non un biologo o un botanico, quindi scrivo quello che faccio senza la pretesa di essere LA guida al peperoncino…
3 – Lightbox – Come avrai notato, nella pagina iniziale, c’è scritto che PeperonciniPiccanti vuole essere un blog corale, scritto da chiunque, animato dalla passione per il peperoncino, abbia effettuato delle esperienze di coltivazione, culinarie, ecc. Allo stesso modo, avrai quindi notato che l’autore dell’articolo non sono io… Chi lo ha scritto, comunque, ha riportato la sua esperienza per la costruzione di una growbox. Aggiungo che nel post è indicato che i semi debbano stare in un preciso range di temperature, per cui è stata costruita la scatola. Con un po’ di fantasia si dovrebbe intuire che la germinazione deve avvenire al suo interno 🙂
4 – In merito alla passione con cui ho creato e gestisco PeperonciniPiccanti, hai ragione, impegna molto tempo, soprattutto il lato social del sito, dove per esempio ad oggi, su Facebook, gestisco 6500 fan. Il ritorno economico, attualmente irrisorio rispetto alle spese da me sostenute personalmente, non credo sia un problema dell’utente finale che entra sul sito a leggere i post. Se anche ci fosse, dove andrebbe a tuo discapito? Francamente non capisco la tua affermazione.
Un saluto,
Daniele

Ciao a tutti.. Sto x partire con il mio primo anno x la coltivazione ligh box… Spero di ricevere consigli utili che credo ne avrò bisogno… Come prima cosa che vi chiedo : primo passaggio metodo scotte x la temperatura del umidità deve essere alta ??? Quanto più o meno!!! Credo di avere tutta l attrezzature che serve… Termostato, ventola luce, indicatore umidità… Grazie buon peperoncino a tutti… Vincenzo

ciao di nuovo ( si rompo le scatole ma spero mi perdoni =P ) … tra pochi giorni seminerò nella grow box fatta seguendo la vostra guida… tra poco mi arriva un tappetino riscaldante da 20 W che ho preferito al filo termico in quanto il tappetino da calore più omogeneo… seminerò direttamente nel semenzaio in polistirolo ignorando lo scottex… per voi è proprio essenziale ? grazie e a presto =)

Ciao, ho costruito un lightbox ed ho seminato naga , habanero red e qualche varietà tipo cornetti calabri ed ho notato con stupore che dai 7 ai 12 giorni è germogliato quasi tutto..grazie x i consigli è davvero una bomba…ora ho diviso tutto in vasi singoli e la crescita è davvero sorprendente
PS.. ho seminato in terra i primi di febbraio e dò 15 ore di luce al giorno con dei neon daylight (pochi euro al negozio di bricolage)

Ciao, io ho fatto un lightbox ed ho seminato a inizio febbraio naga morich, habanero red e qualche varietà calabresi…beh i risultati ad oggi sono ottimi,ho già diviso le piantine in singoli vasi e la germinazione ha superato l’80 per cento…grazie dei consigli
P.S..io utilizzo neon daylight presi al brico con pochi euro,il lightbox è in alluminio e dò 15ore di luce con un timer…ciao e grazie ancora

premesso che sono un neofita e nemmeno mi ritengo d’avere il pollice verde, in ogni caso mi regalarono degli habanero Gialli portati direttamente dal Messico, due anni fa ne ricavai i semi e senza sapere nulla di semina e altro presi un vasetto di circa 18 cm diametro lo riempii di terra e seminai 4 semini a circa 2cm di profondità misi il vaso sul terrazzino era marzo del 2015 e vidi germogliare 4 belle piantine dopo circa un mese, ebbi una maturazione sempre nel solito vaso e tanti bei peperoni da Luglio fino a Settembre, adesso a marzo avanzato ho ripetuto la stessa procedura ma stavolta in 4 vasi dello stesso diametro. Forse avrò avuto fortuna, ma spero anche quest’anno di avere un altro bel raccolto.

E’ la mia prima volta, settimana scorsa ho messo dei semi di peperoncino di Calabria in vasetti di yogurt con terra a una profondità di 1 cm. e tenuti in casa. Quanto tempo ci vorrà prima che germogliano?

Ciao, ho un peperoncino green chili che mi è stato regalato, e penso sia un annuum. Volevo chiedere se riuscivo ad estrarre i semi e piantarlo in questi giorni per poi riuscire a raccogliere qualcosa a fine estate. Grazie in anticipo!

Ciao Davide, scusa ma il tuo commento era finito tra gli indesiderati… Ti rispondo ora anche se è tardi.
Puoi piantare sempre e comunque i semi di peperoncino, freschi o secchi (purché siano stati correttamente conservati)

Domanda da totale neofita a cui finora nessuno ha saputo darmi risposta concreta: nonostante sia il periodo meno adatto sto provando (da qualche settimana) a far germinare dei semi di habanero e qualche variante annumm con il metodo scottex box e bagno in camomilla. Solo da un paio di giorni mi sono reso conto (lo so, è banale) che le temperature erano troppo alte e quindi penso di aver individuato il principale errore. Da qui la domanda: considerato che la temperatura di 28/30° la ottengo in modo del tutto naturale (abito in sicilia!) posso dedurre che l’incubatrice sia del tutto inutile? Posso ritenere che sia sufficiente bagnare il fondo dello scottexbox, poggiare i semi e lasciarli lì in ombra stando solo attento a non farli stare al di sopra dei 30°? Grazie mille, Sergio!

Ciao Sergio, in questo periodo puoi seminare tranquillamente all’aperto, viste le temperature esterne. Fare una sorta di serra artificiale in questo periodo non ha senso, perché se hai 30 gradi all’aperto, in serra puoi arrivare ad averne anche oltre 40. Non ha senso neppure usare la germinazione su scottex: è sufficiente usare una base di terra morbida e ben aerata, tenuta sempre umida, in cui i semi (dopo esser stati tenuti a mollo in camomilla o acqua per una notte almeno) siano coperti da 5mm di terriccio. Visto il caldo sole del sud Italia, è invece corretta l’ipotesi di non tenere il vaso in sole pieno nelle pre più calde.

Ciao sono un “novello” ieri ho acquistato dei semi di habanero chocolate convinto di poterli già piantare per poi scoprire malauguratamente che dovrò aspettare almeno marzo ( sono del nord italia , Brescia per l’esattezza) però avevo qualche info che volevo chiedere comunque , ho sentito che esistono delle “microserre” a basso prezzo per poter piantare e cominciare a coltivare le piante in casa a prezzi modici , volevo sapere se è vero e dove posso trovarle , poi volevo sapere , se una volta che la pianta diventa adulta può passare fuori l’inverno successivo , perché io vorrei fare una coltura da balcone vivendo con i miei genitori , e non avendo disponibilità a tenerli in casa per via di animali e altri motivi miei , non vorrei doverlo ripiantare ogni anno e soprattutto sapere il ciclo vitale degli habanero , infine , volevo sapere se piantandoli ora , e magari tenerli in casa fino a marzo poi nel momento in cui li metto fuori possano avere problemi a fruttificare o a maturare , per via appunto di sbalzi magari di temperatura o per via del tempo impiegato (perché da oggi a marzo sarebbero comunque già passati 5 mesi e dovrebbero raggiungere la
Maturità , ma non ci sarebbero le temperature ottimali per farlo , scusate le mille domande ma sono veramente un neofita e mi sto appassionando sempre più leggendo le vostre recensioni e i vostri “tutorial”

Ciao ho seminato oggi sia habanero chocolate che calabresi…utilizzo semplici mini serre in plastica per mantenere l umidità ma non le posiziono su alcuna fonte di calore!
Secondo te ad una temperatura ambientale intorno ai 19 gradi germoglieranno?

Salve a tutti, ho un dubbio, sto pensando di usare pastiglie di torba per seminare habaneros, è una buona idea? Altrimenti la scelta giusta su che terriccio ricade?
Grazie in anticipo

Salve. Innanzitutto buona Pasqua. Mi sto facendo una cultura di peperoncini, in questo periodo. Vorrei comprare una growbox, questo autunno. Vorrei provare a piantare x il prossimo anno : un habanero chocolate, uno Yaki Blue, il Jay’s Ghost Scorpion Peach, ed il Carolina Reaper Peach. Volevo sapere quando dovrei seminare x avere i primi raccolti da Maggio 2019 in poi… Grazie mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci la cifra che completa l'operazione per verificare che non sei un robot *